RSS

Cibo industriale, tutti i segreti svelati – parte 1

23 Giu

Come mangiare sano difendendosi dai colpi bassi delle
multinazionali alimentari in 3 semplici passi che puoi
iniziare ad attuare subito
Se potessi riassumere come mangiare sano in 3 passi, ecco
quali sarebbero:
1. Abbandonare vecchi schemi e convinzioni
2. Iniziare a leggere le etichette dei diversi alimenti3. Scoprire nuovi gusti e nuovi sapori
1 Abbandonare vecchi schemi e convinzioni
Il cibo industriale ha fatto la sua comparsa agli inizi del 1900. In principio non fu accolto
molto bene dalle persone che ritenevano non naturale e non sano un alimento che si
conservava per settimane quando lo stesso alimento preparato da loro si conservava solo
pochi giorni!
Con il tempo e grazie alla martellante pubblicità, i prodotti industriali sono diventati
qualcosa di ritenuto normale, sono entrati a far parte della nostra cultura e, spesso, ci
ritroviamo a mangiare composti completamente insalubri senza nemmeno porci il
problema, in quanto quegli alimenti ci appaiono del tutto normali.
Certo questo non vale per tutti gli alimenti, se stai leggendo queste righe molto
probabilmente sei una di quelle persone che già pongono un po’ più di attenzione al cibo e
non danno tutto per scontato…
Nella maggioranza dei casi però anche le persone come te hanno in casa e mangiano
ogni giorno alimenti abominevoli senza nemmeno saperlo…
Ti stupirai seguendo questo corso di quante cose vengono tenute nascoste, di quanti
alimenti e abitudini nascondano delle vere e proprie insidie per la salute. Insidie che
nessuno sottolinea e mette in evidenza, troppi interessi girano dietro al mondo
dell’alimentazione e, si sa, il denaro ha grandi poteri!
Quindi come punto iniziale ti invito ad abbandonare le tue convinzioni, le tue abitudini per
metterti così nella condizione migliore per assimilare nuove informazioni, migliorare la tua
salute e smettere di farti ingannare giorno per giorno!
2 Iniziare a leggere le etichette dei diversi alimenti
Ovviamente per poter difenderci dal cibo industriale e mangiare sano dobbiamo conoscere
“il nemico” e uno dei modi più semplici e alla portata di tutti è quello di leggere le etichette:
sembra scontato, ma ci sono un sacco di persone che acquistano di tutto senza mai
leggere nulla dell’etichetta tranne le grandi scritte pubblicitarie poste sul davanti della
confezione.È importante acquisire subito la consapevolezza che tutte le scritte stampate in grande
sulle confezioni hanno solo ed esclusivamente uno scopo pubblicitario. Le scritte
che ci interessano a noi sono quelle scritte in piccolo, nascoste: quelle che il produttore è
costretto a mettere ma che ci tiene a non farci leggere!
In particolare a noi interessa la lista degli ingredienti.
Un piccolo consiglio: se hai problemi di vista procurati una piccola lente di ingrandimento,
altrimenti il compito di leggere la lista degli ingredienti potrebbe risultare troppo arduo ( e
questo i produttori lo sanno…).
Leggere l’etichetta è importante, ma per farlo in modo efficace è necessario riuscire a
riconoscere i diversi ingredienti per poterli valutare meglio.
Gli ingredienti utilizzati sono davvero molti, alcuni innocui, molti nocivi, ti fornirò più
informazioni possibili al riguardo! ( se vuoi accedere subito a tutte le informazioni sugli
ingredienti, anche quelle più nascoste, visita http://ebookdautore.it/inganno-nel-cibo).
Intanto voglio dirti subito una cosa importante che non tutti sanno:
la lista degli ingredienti non è elencata a caso, e nemmeno in ordine alfabetico. Gli
ingredienti vengono elencati in “ordine di presenza”, il primo ingrediente in lista è quello
maggiormente presente nell’alimento, poi via via fino all’ultimo ingrediente in lista che è
quello presente in quantità minore.
Sulla base di questo puoi confrontare diversi prodotti e capire per esempio quale dei due
contiene meno zucchero, semplicemente valutando la posizione dell’ingrediente
“zucchero” nella lista. ( Attenzione però, questo sistema è valido con prodotti molto simili
tra loro come ad esempio due panettoni della stessa grandezza…)
I principali ingredienti da cui devi difenderti sono gli additivi chimici ( ne parleremo più
approfonditamente nella prossima lezione), per ora sappi che esistono alimenti che
addirittura sono prodotti solo ed esclusivamente grazie all’uso di additivi chimici, è il caso
di una famosa marca di mentine che ha come ingredienti:
Sorbitolo, sucralosio, aspartame, acesulfame k, aromi ( di cui parleremo nelle prossime
lezioni), E470b, E133.
In pratica in quella mentina non c’è nessun alimento vero e proprio ma solo chimica e tral’altro della peggior specie!
Non tutti i prodotti però hanno l’etichetta: i prodotti “da banco” spesso ne sono privi, puoi
conoscerne però lo stesso gli ingredienti consultando quel piccolo libro che tutti i
negozianti sono obbligati ad esporre vicino al banco. Si tratta solitamente di un
raccoglitore ad anelle o di un gruppo di fogli appesi vicino al banco: per legge il negoziante
è obbligato a rendere chiari e consultabili tutti gli ingredienti contenuti negli alimenti
distribuiti a banco privi di etichetta.
Non devi vergognarti a consultare quella lista, è lì apposta e ne va della tua salute!
Potrai scoprire per esempio che esistono diversi tipi di prosciutti con diversi ingredienti, in
particolare scoprirai che in molti è presente come conservante il dannoso nitrato di
potassio e altri invece ne sono privi. Inutile dire che i prosciutti privi di questi dannosi
additivi sono più salutari e di qualità migliore: dal momento che si conservano senza aiuti
chimici è evidente che si tratta di carne di alta qualità!
Approfitto dal momento che stiamo parlando di carne per approfondire un poco
l’argomento.
Non voglio addentrarmi su un discorso di vegetarianesimo o fare discorsi etici, so
benissimo che per molte persone la carne è un piatto apparentemente insostituibile.
Voglio però parlarti della qualità della carne che mangi, perché questo è davvero
importante! Personalmente non mangio carne in quanto credo sia la scelta più salutare
che puoi fare, soprattutto alla luce di quanto sto per dirti.
La carne che acquisti al supermercato non è carne!
La possiamo definire come un agglomerato di sostanze biologiche misto a tossine di vario
tipo e farmaci vari! Questo perché la carne che possiamo acquistare la supermercato
proviene da allevamenti intensivi che hanno il solo scopo di produrre sempre di più per
guadagnare sempre di più, non gli interessa certo la salute dei consumatori come certe
pubblicità vogliono farci credere!
Gli animali destinati alla macellazione vengono allevati in modo disumano, vengono
sottoposti ad alimentazione forzata, e viene dato loro qualunque cosa li possa far
ingrassare velocemente: un pollo in questi allevamenti diventa pronto per essere
macellato dopo 1-2 mesi, un pollo ruspante allevato in modo naturale impiega almeno 6mesi.
I polli vengono sottoposti a continua luce artificiale, eliminando la notte essi dormono
meno e quindi hanno più tempo per mangiare e crescere velocemente!
Gli allevamenti intensivi sono caratterizzati da continue malattie dovute all’alta
concentrazione di animali per metro quadro. Queste malattie vengono curate con continue
cure di antibiotici, questo vale sia per la carne bianca che per quella rossa! Gli antibiotici
lasciano sempre una traccia nella carne che poi noi ci portiamo nel piatto!
Concludendo il discorso sulla carne quello che è importante ricordare è
• La carne che trovi al supermercato è piena di tossine e farmaci
• Il sistema di allevamento è teso a far crescere gli animali in pochissimo tempo,
questo ne rende la carne davvero poco nutriente e altamente insalubre, oltre a
mettere gli animali allevati in condizioni davvero inumane!
3 Scoprire nuovi gusti e nuovi sapori
Tante sono le cose che l’industria alimentare ti tiene nascosto, alcune la maggioranza
delle persone nemmeno se le immagina…
Per questo se vuoi davvero mangiare sano allora dovrai scoprire nuovi gusti e nuovi
sapori!
Per mangiare davvero sano, rimanere in salute, e guarire anche dalle malattie, è
necessario che inizi a cambiare anche il tuo modo di cucinare, che inizi a sostituire le tue
ricette, ( che magari ti sono state passate da tua madre o tua nonna), con nuove ricette,
ricette con ingredienti sani, energetici, vivi! (Per scoprire subito le ricette sane per un mese
visita http://ebookdautore.it/inganno-nel-cibo).
Il primo passo quindi è imparare a scegliere al meglio nella giungla delle offerte
dell’alimentazione industriale, il passo successivo è quello di imparare a scegliere gli
ingredienti che utilizzi ogni giorno in cucina: esistono ingredienti che a prescindere dalla
loro qualità sono comunque nocivi e sarebbero da evitare il più possibile, come la carne e ilatticini!
Ironia della sorte molti degli ingredienti più nocivi sono quelli più utilizzati dalla
maggioranza delle persone!
Cambiare il proprio modo di cucinare può apparire per molti un grosso scoglio, tendiamo
ad attaccarci alla vecchie abitudini e siamo restii al cambiamento, ma come ti dicevo
prepararsi ad abbandonare le abitudini è il primo passo per cominciare davvero a
mangiare sano!
4 Tiriamo le somme
Per iniziare a mangiare sano hai bisogno di:
➔ Liberarti dalle tue abitudini e credenze
➔ Iniziare a leggere le etichette degli alimenti
➔ Cominciare a modificare il tuo modo di cucinare
Per fare tutto ciò c’è bisogno essenzialmente di due cose:
✔ La tua volontà
✔ Informazioni
La prima la puoi mettere solo tu, la seconda è qualcosa di davvero prezioso che, nel
mondo di oggi, l’era dell’informazione, viene sempre più dispersa in mezzo a un sacco di
contenuti inutili e travianti: nell’era dell’informazione spesso chi ha più potere controlla le
informazioni nascondendo, mistificando e ridicolizzando tutto ciò che potrebbe dargli
fastidio e ridurre il suo potere.
Per questo le informazioni vere sono qualcosa di raro, qualcosa che non lo si può trovare
in televisione o sui giornali (tranne alcuni rari casi), troppi interessi sono in ballo, le
televisioni, i giornali si reggono sulla pubblicità, riportare informazioni che danneggiano gli
inserzionisti pubblicitari (spesso industrie alimentari) è chiaramente qualcosa che vieneevitato il più possibile per ovvi rapporti economici.
In questo mare di informazioni quindi nascoste, mistificate, edulcorate si nascondono le
informazioni pericolose per le multinazionali e utilissime per la nostra salute!
Con queste 5 lezioni ho intenzione di fornirti un poco di queste informazioni così importanti
per la tua salute: quello che vorrei che tu capissi bene è che c’è sempre qualcosa che
ancora non sai, c’è sempre un altro modo attraverso il quale le industrie alimentari e le
multinazionali in genere ti ingannano senza che tu te ne accorga…ù
La salute è forse il business più grande al mondo: c’è che contribuisce vendendo prodotti
scadenti a creare il problema (guadagnando tra l’altro cifre stratosferiche), a creare più
malati e chi contribuisce a curare questi malati nel tempo ( le industrie farmaceutiche..).
Infatti le industrie farmaceutiche non hanno come unico scopo quello di curare le persone,
ma quello di curarle nel tempo questo significa che il loro obbiettivo non è quello di farti
stare bene, in piena salute, autonomo al 100% ma quello di farti campare grazie alle loro
cure, grazie a pastiglie da prendere ogni giorno per tutta la vita: questi sono i più grandi
business del mondo!
Ma la bella notizia è che puoi liberarti, puoi smettere di farti prendere in giro e farti
sfruttare, puoi scegliere di sapere, puoi scegliere di agire in piena responsabilità senza
farti ingannare ogni giorno.
Puoi scegliere di vivere in piena salute!

Annunci
 

Tag: , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: